Windows - Impossibile avviare Microsoft Office Outlook

google-plus Scritto da . Postato in Windows

Impossibile avviare Microsoft Office Outlook. Impossibile aprire la finestra di Outlook...

Impossibile aprire il set di cartelle...

Vi è mai capitato di vedere errori simili nell'aprire il vostro Outlook? E magari all'interno vi erano messaggi importanti che non dovevate assolutamente perdere... E ora?

Bene nulla è perduto, fino a che non decidiate di cancellare tutto o reinstallarlo. Perché in questo caso, non è Outlook ad essere danneggiato, ma il file .pst ovvero l'archivio contenente tutti i dati del vostro account registrato su Microsoft Outlook.

Qunidi, non vi fate prendere dal panico, la procedura di recupero esiste ed è solo da seguirla passo passo. Sperando che il file di archivio non sia irrecuperabile.

Dovete sapere che Outlook, non si fa problemi ad avere file di archivio più grandi di 2GB e questo a volte diventa un problema. Se il file in questione è su server e questo per puro caso si spegne, oppure l'archivio è in locale, ma la macchina subisce un arresto inaspettato mentre Outlook è ancora aperto, questo file così corposo può facilmente risentirne.

Non serve dire vero che soprattutto se usate tenere l'archivio su server, è importantissimo fare i backup periodici del file in questione, perché dovesse essere irrecuperabile, beh... almeno avete la ruota di scorta.

Ma passiamo a noi e alla correzzione del file di archivio: Microsoft Outlook a questo punto, non si avvia proprio e qualsiasi tentativo di aprirlo risulta vano.

Ciò può voler dire che il file .pst dell'account predefinito è danneggiato. Come posso tentare il ripristino?

Un primo tentativo di riparazione, è quello di usare l'applicativo apposito già contenuto nel pacchetto Office installato: scanpst.exe

scanpst

Il tutorial del supporto Microsoft è più che esplicativo senza andare a cercare in altri blog la soluzione. Tra l'altro, se non doveste avere per qualche ragione scanpst.exe sul vostro sistema, vi permette di scaricarlo:

Come ripristinare il file delle cartelle personali (.pst) di Outlook

Da specificare che il sistema descritto, come dice la guida, non fa miracoli e magari l'archivio è danneggiato irremediabilmente. Se così dovesse essere, spero per voi che abbiate un backup:

Cercate il file .pst di backup nel vostro sistema, e sostituite fisicamente il file danneggiato.

Fatto questo passaggio, se anche dopo il tentativo di correzzione non si dovesse avviare Outlook, restano ancora dei passaggi da fare per ripristinare la situazione:

Potrebbe essere infatti, che non sia il file di archivio ad essere danneggiato, ma che qualche componente aggiuntivo (forse recentemente aggiornato) impedisca l'avvio di Outlook.

Un'altra causa, è che il file di archivio sia effettivamente danneggiato, irrecuperabile e che a questo punto lo dobbiate sostituire. Purtroppo però non potete accedere all'interfaccia di Outlook per creare un account/archivio nuovo. Dovete agire da Pannello di controllo. Come?

Il seguente tutorial, sempre di casa Microsoft, risolve entrambi i problemi:

Non è possibile avviare Microsoft Outlook 2010 o 2013 o viene visualizzato l'errore "Impossibile avviare Microsoft Office Outlook. Impossibile aprire la finestra di Outlook"

Anche se il titolo, richiama le versioni 2010 e 2013, le informazioni si possono applicare anche alla versione precedente, la 2007.

Sperando di esservi stato utile e di avervi dato un idea su come risolvere l'annoso problema di perdere la vostra posta elettronica, se avete idee e suggerimenti, contattatemi o scrivete un commento qui sotto... wink


Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

  • logo prontopro
  • logo boutique serramento
  • koilab japan and tropical fish farm
  • Trasloco economico - gruppo Arco Traslochi
  • logo flash pulizie
  • logo revolution
  • logo planetkoi small
  • logo finiture
  • ick logo template
  • montaggio mobili trento

Realizzato da: Daniele Gagliardi
Viale Monache 3 - 38062 Arco - TN
- Contattami -

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. La nostra Privacy Policy è cambiata: Ti invitiamo a prenderne visione. Oppure visiona la nostra Cookie Policy: