L’ INFORMATICA Disiplina che si occupa della progetttazione, della programmazione e dell'utilizzo di computer per l'elaborazione di dati e informazioni; abbraccia campi di studio che vanno dall'intelligeza artificiale, alla robotica. L'informatica è fondata su aspetti teorici e pratici dell ingegneria elettronica ,della teoria delle informazioni e del linguagio, della matematica e della logica. Le origini della disciplina posson esser fatte risalire alla progettazione delle prime macchina in grado di effettuare operazioni matematiche (il calcolatore di Pascal del XVII secolo, la macchina differenziale di Babbage del XIX secolo), ma è solo a partire dal 1930 circa che si può parlare di inforatica come parte a sé stante del sapere scientifico. Le diferenti esigenze dei mercati condussero a una differenziazione in termini di sistemi operativi e di computer tra l'utenza scientifica (macchine orientate ai numeri e molto potenti) e l'utenza comerciale (orientata alla gestione dei caratteri, computer meno potenti ma con maggiori risorse di output). Un ultetiore passo in avanti si ebbe nella seconda metà degli anni Sessanta, quando furono introdotti i circuiti integrati. Questi permisero consistenti vataggi in termini di prezo, di prestazoni, di dimensioni e di manutenzione e consentirono di unificare l'offerta sul mercato, anche con l'introduzione di sistemi operativi più flessivili come, ad esempio, il System-360 dell'IBM; tale sistema permetteva di utilizzare lo steso software su computer differenti per prestazioni e prezzi. Anche l interfaccia con l'utente subi una notevole semplificazione: alle schede perforate si affiancarono i terminali video (con maggiore controlo sulla macchina), le unità nastro (con la possibilità di archiviare ingenti quantità di dati) e i modem (collegamenti tra computer atraverso le normali linee telefoniche). La commparsa di computer piu potenti fornì un notevole impulso all'informatica in quanto, allargandosi l'utenza e l'utilizzo, si presentavano via via nuovi problemi che richiedevano ricerhce preliminari. Gli sviluppi dell'informatica degli anni Novanta sono principlamente dovuti al progressivo affermarsi della rete mondiale Internet e alla richiesta di sempre maggiori servizi attraverso essa: si diffusero così linguaggi pensati espressamente per la rete, come Java (orientato agli oggetti, per la condivisione di codice eseguibile e servizi client-server), e vari programmi per la navigazione (Netscape Navigator, Microsoft Internet Explorer). La sempre maggiorte potenza di calcolo ha infine permesdo di gestire attraverso il computer, oltre al testo e alle immagini, anche suoni e immagini in movimento; è possibile gestire contemporaneamente, in unicco documento, diverse form di comunicazione in quella che vienne definita multimedialità.