Configurare un client FTP

google-plus Scritto da . Postato in HTML

Tags: permissions files hosting ftp

Se avete mosso i vostri primi passi nella realizzazione di un sito web, vi sarete scontrati sicuramente con questo misterioso acronimo: FTP.

Cosa è l'FTP (File Transfer Protocol)

FTP è come ne lascia intendere il nome, un protocollo creato appositamente per il trasferimento dei file via internet, uno dei primi a dire il vero. Per questo ha subito diverse modifiche e miglioramenti fino ad arrivare ai giorni nostri. 

Detto questo, non ci perderemo in dettagli storici, ne tecnici. Se volete saperne qualcosa di più leggete l'articolo sull'FTP in Wikipedia.

L'obiettivo principale di questo articolo, è guidarvi nella configurazione di un client FTP per potervi consentire di trasferire in tutta comodità dal vostro PC i file di cui avrete bisogno per modificare o creare il vostro sito web.

Infatti il vostro sito può essere creato anche in locale, cioé sul vostro stesso computer di casa, grazie a strumenti come i server web apache o IIS facilmente installabili ed utili per la sperimentazione e la creazione prima del passo finale: caricare i file che compongono il vostro nuovo website nello spazio web che consentirà a tutti di vedere il vostro capolavoro.

L'operazione non è affatto complicata e sia che abbiate fatto la registrazione ad un servizio di hosting gratuito, sia che abbiate sottoscritto un abbonamento o "affittato" uno spazio web ad esempio con Aruba, coloro che vi forniscono tali servizi, insieme ad altri dati che vi saranno indispensabili per la gestione del prodotto acquistato vi daranno anche i dati di accesso per il servizio FTP.

FTP account

Detto questo come appariranno questi dati? Ecco un esempio:

FTP Hostname: 55.33.1.205 o mysite.it - Porta Ftp:21

Username: myusername
Password: 4jdffILe5Df

Di solito, il registrar una volta che il servizio è attivo, invia una mail con dati simili a quelli riportati qui sopra. L'hostname, è il server che fisicamente 'contiene' i vostri file (o li conterrà). La porta 21, è quella utilizzata e riservata per il protocollo FTP, cioé ciò che passa da questa 'porta', è identificato come trasferimento di file. Gli altri dati, sono le vostre credenziali: vi vengono fornite dal registrar, ma di solito la password è modificabile. L'utente precedentemente creato dal registrar, vi consentirà una maggiore sicurezza nell'accedere al vostro spazio web. Alcuni servizi di hosting, consentono di creare altri account FTP adhoc per consentire a terzi di accedere solo ad alcune cartelle o domini come Xlogic.org.

Comunque sia il concetto è lo stesso: i dati fornitivi, dovranno essere inseriti correttamente all'interno del vostro client FTP per consentirvi di accedere, navigare e modificare il contenuto del vostro spazio web a remoto.

Client FTP

Ora vi manca un client FTP che vi consentirà di configurare la connessione grazie all'inserimento dei vostri dati utente. 

Io personalmente, mi sono quasi sempre affidato al client FTP Filezilla: gratuito, facile da configurare e usare nonché multipiattaforma. Il programma opensource, ha anche la funzione esporta/importa il che vi consente di portare da un PC ad un altro eventuali configurazioni esistenti senza dover ripetere la procedura ogni volta.

Ve ne sono comunque altri come FireFTP (che si presenta come estensione del browser) e Wise-FTP (soluzione a pagamento). E' solo questione di preferenze e di ciò che più risulta pratico all'uso, nonché della piattaforma che usate. Lascio a voi sperimentare... per la guida in essere, utilizzero il mio preferito: Filezilla.

FileZilla - Installazione e configurazione

Una volta scaricato (meglio dal sito ufficiale) l'eseguibile sul vostro PC, installate il programma seguendo la procedura guidata: richiederà pochi minuti.

filezilla installazione

Passiamo ora alla parte più interessante, cioé la configurazione necessaria per far si che possiamo cominciare a utilizzare il nostro spazio remoto. Una volta aperta il programma, per iniziare velocemente una connessione, si può sfruttare il pannello Connessione rapida posta sotto la barra degli strumenti:

filezilla pannello connessione rapida

Sarà necessario far uso dei dati in nostro possesso, inserirli dove richiesto e infine fare click sul pulsante Connessione rapida.

Se invece vogliamo salvare la configurazione per un successivo riutilizzo, magari perché abbiamo più siti web o più account FTP, sarà il caso di sfruttare il Gestore siti. Potete arrivarci direttamente dal menu File, o dal pulsante immediatamente sotto (1):

filezilla > gestore siti > nuovo sito

Una volta apertasi la finestra del Gestore siti, per creare una nuova connessione, sarà sufficiente cliccare sul pulsante "Nuovo sito" (2). Apparirà nel primo riquadro, sotto la struttura ad albero "I miei siti" un nuovo elemento pronto da rinominare come meglio crediamo (3) ad esempio "mysite".

Una volta dato un nome alla nostra connessione, saranno da compilare i dati relativi all'account FTP. Spostiamoci quindi nel riquadro a destra e completiamo il form con i dati richiesti:

filezilla configurazione nuovo sito

Per testare la connessione e salvarne le impostazioni, cliccate infine sul pulsante "Connetti". Se tutto è stato correttamente inserito e la connessione viene stabilita vedremo qualcosa simile alla prossima immagine:

filezilla scambio file

Il riquadro sotto a quello di connessione rapida, velocemente ci mostrerà in successione i risultati delle interrogazioni al server ed infine ci avviserà di aver scaricato l'elenco completo della cartella remota che potremmo vedere nel riquadro 3. Selezionando una cartella in quest'ultimo riquadro, nella sezione contrassegnata con il numero 4, potremmo vederne il contenuto.

In modo simile, i riquadri a sinistra, 1 e 2 rappresentano i file in locale, cioé sul nostro computer. l'1, mostra con uno schema ad albero le cartelle del computer e il 2 i file contenuti nelle cartelle che di volta selezioneremo.

Il sistema, consente quindi di vedere contemporaneamente i file all'interno del nostro PC e del computer remoto, un po' come se utilizzassimo Risorse del computer su Windows.

Attraverso il Drag & Drop o trascinamento, sarà ora semplice spostare file e cartelle dal riquadro 2 al 4 e viceversa, un po' come se si trovassero sul medesimo PC. Provare per credere.

Per ultimo, il riquadro più in basso ci terrà aggiornati sullo stato di avanzamento dei trasferimenti e dei file in coda agli spostamenti in corso. Ciò sarà utile soprattutto nel caso di spostamenti massivi di file o di archivi di medie e grandi dimensioni.

Avviso di connessione non sicura

Può essere che dopo aver configurato la connessione e aver cliccato su Connetti, appaia l'immagine sottostante:

filezilla avviso ftp in chiaro

L'avviso è certo da prendere in consierazione: se avete la possibilità di connettervi utilizzando i servizi più sicuri FTPS o SFTP usateli, specificandolo nella configurazione, sotto il nome del server nella casella Criptazione.

Tuttavia, la cosa non impedirà l'uso del programma ne tanto meno il trasferimento dei file. Se Filezilla dovesse dare errore con attivato l'uso del protocollo TLS (FTPS), provate a usare la connessione in chiaro, specificandolo sempre attraverso la casella Criptazione.

Per farlo, andate nuovamente su Gestore siti, selezionate il vostro sito, e modificate il parametro succitato.

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

  • logo teoca
  • logo arcotraslochi
  • materexcel collabora
  • koilab japan and tropical fish farm
  • logo flash pulizie
  • revolution srl
  • logo planetkoi small
  • logo elevatori sito
  • logo finiture
  • logo prontopro
  • montaggio mobili trento

Realizzato da: Daniele Gagliardi
Viale Monache 3 - 38062 Arco - TN
- Contattami -

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. La nostra Privacy Policy è cambiata (11/09/2019): Ti invitiamo a prenderne visione. Oppure visiona la nostra Cookie Policy (aggiornata il 17/10/2019):