Aruba.it - Registrazione dominio .it da € 3.99 + iva/anno
www.

Outlook 2016 non scarica la posta in arrivo

google-plus Scritto da . Postato in Windows

Non siete soddisfatti del vostro client di posta elettronica. Per cui decidete di andare sul sicuro: Acquistare uno dei migliori: Microsoft Outlook. Acquistate probabilmente Office 365 e procedete poi alla successiva installazione delle app in esso incluse: State già assaporando le nuove funzionalità del vostro nuovo software.

Una volta aperto Microsoft Outlook configurate il vostro indirizzo di posta elettronica, attendete qualche istante... E... e... non scarica la cartella principale, la cartella Posta in arrivo. Cosa avete sbagliato?

Aggiungere un account di posta elettronica in Outlook

Andate su internet, e seguite uno dei numerosi consigli a senso unico: E' andato male qualcosa. Cancellate l'account e ripetete la configurazione da capo. 

Ma nulla! Non succede nulla, rimanete delusi e basiti perché non vi scarica ciò che qualsiasi client di posta farebbe senza nessun problema di sorta. Ma Outlook vi dice NO!

E allora che fare?

Controllate i parametri dell'account

Prima cosa, è d'obbligo controllare che i dati che avete inserito siano corrispondenti ai dati di configurazione forniti dal vostro provider. Andate dunque sul sito del vostro provider e ricercate i parametri di configurazione corretti per la configurazione di un account di posta elettronica.

Successivamente, in Outlook, entrate nel menu File

menu file

Ora cliccate su Impostazioni account, e successivamente di nuovo su Impostazioni account (prima sul riquadro, poi sulla voce di menu)

impostazioni account

Una volta aperta la finestra di Impostazioni account, fate doppio click sull'account che intendete controllare: Eccovi nel pannello dove sono memorizzati i parametri di configurazione. 

impostazioni account mail dettagli

Se cliccate sul pulsante Altre impostazioni e poi spostandovi sulla scheda Impostazioni avanzate, potrete gestire anche le porte di entrate e uscita, nonchè selezionare se devono passare per protocolli sicuri.

impostazioni avanzate

Controllate che le impostazioni che avete precedentemente immesso siano corrette.

Se vi sono modifiche da fare, fatele avendo cura di non fare nessuna variazione rispetto a quanto fornitovi dal vostro provider.

Ora tornate alla posta in arrivo e provate a cliccare su Invia/Ricevi.

Risolto?

Inserite il percorso della cartella radice

Se Outlook ancora rifiuta di scaricare la posta in arrivo, tornate alla finestra di dialogo delle Impostazioni avanzate del vostro account e alla voce "Percorso cartella radice" immettete la parola "Inbox" successivamente date l'OK, prima di tornare a controllare se il pulsante Invia/Ricevi da il via al download della posta correttamente.

In alcuni casi, la cartella radice non si chiama Inbox. Consultate il vostro provider per sapere quale sia il nome corretto della cartella radice del vostro account di posta elettronica. Tuttavia al 90% dei casi, quello è il suo nome standard.
 
Quest'ultimo consiglio, dato dal sito di troubleshooting di Microsoft, ha funzionato nel mio caso. Purtroppo, anche se abbastanza ovvio, Outlook non provvede a inserire in automatico il percorso della cartella radice e può generare tale problema.
 
Se trovate ulteriori soluzioni al quesito, non esitate a contattarmi così da completare l'articolo! 

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

  • logo prontopro
  • logo boutique serramento
  • koilab japan and tropical fish farm
  • Trasloco economico - gruppo Arco Traslochi
  • logo flash pulizie
  • logo revolution
  • logo planetkoi small
  • logo finiture
  • ick logo template
  • montaggio mobili trento

Realizzato da: Daniele Gagliardi
Viale Monache 3 - 38062 Arco - TN
- Contattami -

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. La nostra Privacy Policy è cambiata: Ti invitiamo a prenderne visione. Oppure visiona la nostra Cookie Policy: