Xiaomi Redmi Note 8, Redmi Note 8T e Redmi Note 8 Pro

google-plus Scritto da . Postato in Android

redmi note 8Nel mese di novembre 2019, ho acquistato lo smartphone oggetto di questo articolo e prodotto dal noto marchio cinese Xiaomi. Si può dire noto perché oggi non è strano vedere dispositivi di Xiaomi pubblicizzati da Amazon, catene di store dedicate ad elettrodomestici e prodotti tecnologici, riviste e addirittura operatori telefonici.

Xiaomi dunque prosegue la sua ascesa. La mia fiducia al marchio cinese, la diedi per la prima volta acquistando nel 2015 il Redmi Note 3 MTK. Complice dell'acquisto, l'aver provato la MIUI (la versione di Android del colosso cinese) su un dispositivo diverso. Potete leggerne gli articoli e le recensioni nella categoria Android del blog.

La buona qualità e la ricerca di innovazione di Xiaomi, ha permesso alla nota casa cinese di espandersi dapprima nel mercato asiatico e poi un po' alla volta nel mercato occidentale grazie a negozi online, passaparola ed infine negozi fisici.

Ricordo che in questo momento sono aperti diversi MI store nel territorio italiano.

Ma a meno che non abbiate uno di questi store vicini a casa, io consiglio e opto esclusivamente per l'acquisto su Amazon. Tempo fa consigliavo l'acquisto su gearbest.com o grossoshop.net. Ora me ne vedo bene dopo alcuni acquisti infelici.

Un po' complice la mancata assitenza (in alcuni casi), mancati arrivi e/o poca professionalità e la conclusione ovvia, è sempre meglio affidarsi al colosso che a fronte di un piccolo sovrapprezzo vi garantisce l'arrivo della merce (specie se scegliete prodotti con spedizione da Amazon) e la pronta sostituzione in caso di malaugurata rottura o malfunzionamento.

L'ultimo telefono che ho acquistato su gearbest.com era un Mi 8 Lite, telefono per lo più screditato per le sue caratteristiche non ritenute sufficienti al blasone della serie Mi ma che io ho trovato di tutto rispetto (ma di questo ne parlerò in un altro articolo). L'esperienza se pur positiva per il dispositivo, ha sofferto di notevoli ritardi nonché il mancato arrivo della pellicola in vetro nonostante i reclami. 

L'esperienza negativa si aggiungeva alla già avuta difficoltà nel farmi rimborsare un telefono Redmi S2 mai arrivato, per poi riordinarlo altrove. "Forte" di queste esperienze, consiglio vivamente di lasciare da parte il risparmio a tutti i costi: spesso spendere un po' di più è sinonimo di maggior sicurezza.

Xiaomi Redmi Note 8

Attratto dal best buy dell'anno, il Redmi Note 7, telefono che ho sempre desiderato per le caratteristiche e le buone recensioni collezzionate dal modello, a novembre di quest'anno devo acquistare un telefono aziendale orientandomi verso questa soluzione.

Ma il Note 7 oramai ha passato il testimone al suo successore il Xiaomi Redmi Note 8. Le caratteristiche che lo differenziano rispetto al predecessore, sono soprattutto le quattro fotocamere AI che il dispositivo possiede contro le 2 del Note 7.

Mi fido dei consigli dati sul web. Il passaggio dal Note 7 all'8 non è giustificato, ma acquistando nuovo meglio passare al modello più recente anche se il predecedente è stato ampliamente rodato. Ciò che inoltre volevo evitare è una piccola noia data dal sensore di prossimità che affligge il Note 7 e di cui tutti si sono prima o poi lamentati.

Nel web vi è chi si lamenta del permanere del problema del sensore anche nel nuovo modello. Ma io sinceramente, dopo averlo usato per più di un mese, dico che è più che sufficiente al mio uso e alla mia soddisfazione personale. Se si vuole di più bisogna essere disposti anche ad investire qualche soldino in più.

Nei primi giorni lo configuro e con mia sorpresa, l'arrivo della MIUI 11 si fa attendere... non arriva prima di qualche settimana. La rodata MIUI 10, si comporta molto bene in questo device senza lag ne rallentamenti. Ci sarebbe da vedere come si comporta veramente sotto stress, magari con qualche gioco avido di risorse, ma in generale, il dispositivo aprendo app con indici e contenuti abbastanza pesanti sembra piuttosto reattivo. Insomma non da evidenti segni di soffrire sotto sforzo.

Fluido e dai colori brillanti, il display pur essendo un IPS (l'Amoled non approda ancora sulla serie Redmi) mi soddisfa. Trovo invece un po' impreciso il touch rispetto ad altri dispositivi di casa Xiaomi, specie utilizzandolo con la tastiera GBoard alla quale sono particolarmente affezzionato.

Digitando abbastanza rapido, ho la sensazione che a volte malinterpreti i miei tocchi, cosa che invece non succedeva con il Mi 8 Lite e i precedenti telefoni della serie Redmi Note. Mi da l'impressione in tal senso di avere in mano il Redmi 4X di mia moglie il cui touch (complice anche una caduta) ogni tanto sembrava incantarsi.

Altra nota dolente del Redmi Note 8 è la decisione, almeno nella versione Global, di adottare le G app per telefono e messaggi, mettendo da parte le native app MIUI. Nella community, c'è qualcuno che ne parla e da il link alle app MIUI. Tuttavia, scaricate ed installate sul telefono, finora, nel mio caso, funziona solo l'app Telefono. L'app Messaggi va pesantemente in conflitto con l'omonima app di Google, la quale impedisce all'app MIUI messaggi di funzionare mandandola sempre in crash.

La cosa è piuttosto fastidiosa, tenendo conto che io avevo anni di SMS sincronizzati su Mi Cloud. Benché una volta installata l'app effettua il backup dei messaggi in Cloud e si possano vedere da Browser, dal telefono questo bug mi impedisce di vedere i messaggi precedentemente memorizzati obbligandomi ad usare l'app Google che io non amo particolarmente. Forse questo è il più grande difetto finora riscontrato su questo telefono.

Sembra inoltre che sarà la politica di Xiaomi per i telefoni che verranno venduti nel vecchio continente. Rimando all'articolo di xda developers per ulteriori info:

Xiaomi will pre-install Google Phone and Messages apps on all Global and European phones

Comunque, per ovviare, c'é sempre la possibilità di installare una ROM differente che non sia la Global... Anche se consiglio di lasciare la ROM ufficiale in quanto avete aggiornamenti OTA e supporto garantito dalla casa madre. Le altre ROM, a meno che non vi piaccia smanettare e sapete quello che state facendo vi consiglio di lasciarle dove sono...

Semmai voleste avventurarvi nel mondo delle ROM, vi consiglio di provare la xiaomi.eu

Al momento della stesura dell'articolo, il Redmi Note 8 4/64Gb è acquistabile al prezzo di circa 175 euro (dipende poi dalla versione) su Amazon. Come già detto, consiglio di acquistare su Amazon, essendo un'istituzione e nel caso di difetti e o rotture risponde.

Xiaomi Redmi Note 8T

Il dispositivo se la vede con il suo fratello maggiore il Redmi Note 8 Pro ed il suo clone provvisto di NFC: il Redmi Note 8T. Quest'ultimo ha più o meno lo stesso prezzo... In questo momento grazie alle offerte natalizie di Amazon, lo potete acquistare addiritura ad un prezzo più vantaggioso rispetto al Note 8. Se non avete necessità o desiderio di poter effettuare pagamenti direttamente dal telefono (un po' come fareste con una card contactless) potete rimanere sul Note 8: la differenza, a parte l'NFC è nulla. Sta a voi effettuare la scelta in base all'utilizzo che ne farete.  

Ovviamente a pari prezzo non vi è dubbio: Redmi Note 8T è la scelta giusta.

Xiaomi Redmi Note 8 Pro

Per il Redmi Note 8 Pro la musica cambia: i due dispositivi, sono differenti a partire dalla SoC, il cuore stesso del device. Il Note 8 è equipaggiato con il processore Qualcomm Sanpdragon 665 mentre il Note 8 Pro con il processore Mediatek Helio G90T.

Anche se già possessore soddisfatto di un telefono MTK e sempre di marca Xiaomi, trovo discutibile questa scelta riscontrando che il supporto per questi processori è ben più carente rispetto a quello dato ai rivali Qualcomm. Inoltre, per quanto performanti, (a mio avviso) alla lunga risultano migliori i processori di nazionalità americana piuttosto che quelli della cinese Mediatek.

Se però quello che state cercando è un telefono con un comparto fotografico di tutto rispetto e più performante rispetto ai 13Mp/48Mp (già più che sufficienti del Note 8) perché siete amanti dei Selfie o di scatti al minimo dettaglio il Note 8 Pro è da preferire.

Tenete conto che tra le armi in più del Redmi Note 8 Pro, vi sono una batteria più grande (4500mAh), un display più ampio e l'NFC (già presente sul Note 8T).

 

Considerata la minima differenza di prezzo, se non avete nulla in contrario ad avere un device Mediatek, consiglierei nettamente quest'ultima versione, in quanto oltre alle caratteristiche superiori già citate, possiede 2Gb RAM in più rispetto al fratello minore. Vero che diffcilmente si utilizzeranno, ma il dispositivo così configurato ha decisamente una marcia in più.

Qui il link al confronto tra i tre modelli che potete vedere su HDBlog.it

Pregi della serie Redmi

Vi sono alcune cose che mi hanno sempre particolarmente attratto della serie Redmi, anche se considerata più economica e qualitativamente inferiore rispetto alla serie Mi.

Ad esempio, il fatto di mantenere il jack per le cuffie, il trasmettitore IR (comodo se desiderate usare il vostro telefono come telecomando) e l'antenna radio con tanto di app nativa installata.

Non so voi, ma la possibilità di ascoltare la radio direttaemnte dal telefono, mi ricorda il mio primo walkman radio portatile... Una magia per l'epoca ma ora dimenticata. Da nostalgico, amo questa funzionalità, specie laddove non prende internet, ma il segnale radio arriva perfettamente.

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click:

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

  • logo teoca
  • logo arcotraslochi
  • materexcel collabora
  • koilab japan and tropical fish farm
  • logo flash pulizie
  • revolution srl
  • logo planetkoi small
  • logo elevatori sito
  • logo finiture
  • logo prontopro
  • montaggio mobili trento

Prima di andartene...

Perché non rimanere in contatto?

Clicca sul pulsante "Mi piace" qui sotto per rimanere aggiornato su tutti i nuovi contenuti e ricevere notifica degli articoli interessanti che condivido giornalmente sulla Pagina Facebook dedicata al blog.

Puoi anche iscriverti alla newsletter se preferisci...

x

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Ti invitiamo a prendere visione della nostra Informativa sulla Privacy (aggiornata il 22/01/2020). Oppure visiona la nostra Cookie Policy (aggiornata il 17/10/2019):