Ubuntu - Installare Apache MySQL PHP e phpMyAdmin

google-plus Scritto da . Postato in Ubuntu - Linux

avatar phpmyadminSe avete intenzione di creare il vostro sito in Joomla o di elaborare dei blog in WordPress, degli e-commerce in PrestaShop etc. e usate il sistema Debian based Ubuntu, sicuro vi è capitato di voler installare in locale un server web, PHP, server MySQL e phpMyAdmin per gestire i database.

In realtà, se dovessimo installare uno per uno questi strumenti, la configurazione sarebbe alquanto complessa e se non siamo esperti potremmo perderci delle ore. Fortunatamente vi è uno strumento che per creare un semplice ambiente di lavoro in locale (e non solo), farà sembrare nullo lo sforzo.

Lo strumento si chiama LAMP i cui componenti di base, da cui prende il nome, sono:

  • Linux: il sistema operativo;
  • Apache: il Server Web;
  • MySQL o MariaDB, database management system (o database server);
  • Perl, PHP e/o Python: i linguaggi di scripting.

Disponibile su più piattaforme, (WAMP (Windows) - MAMP (Mac)) è una delle piattaforme software più usate a livello globale.

Lo stack LAMP però, non installerà in automatico phpMyAdmin: il pacchetto relativo al gestore di database MySQL, va installato a parte.

Qui di seguito riporto il link alla guida per installare LAMP e una piccola guida per installare velocemente phpMyAdmin sul proprio PC: in men che non si dica avrete il vostro ambiente di lavoro pronto all'uso:

 

Installare LAMP

Per installare LAMP server, seguite la guida di cui riporto qui sotto il link:

ApacheMySQLPHP

 

Installare phpMyAdmin

Una volta installato LAMP server su Ubuntu, installate anche phpMyAdmin. servirà a creare e gestire i database:

Si può installare phpMyAdmin dai repository Ubuntu predefiniti.

Potete farlo aggiornando l'indice del pacchetto locale e quindi usando il sistema di packaging apt per scaricare i file e installarli nel sistema.

Da terminale digitate (CTRL+ALT+T)):

// HTML CODE
 0  sudo apt-get update sudo apt-get install phpmyadmin 

Ti verranno fatte alcune domande per configurare correttamente la tua installazione.

Quando viene visualizzato il primo prompt, apache2 viene evidenziato, ma non selezionato. Se non si preme "SPAZIO" per selezionare Apache, il programma di installazione non sposterà i file necessari durante l'installazione. Premi "SPAZIO", "TAB", quindi "INVIO" per selezionare Apache.
  • Per la selezione del server, selezionare "apache2".
  • Selezionare "" quando viene richiesto se utilizzare dbconfig-common per configurare il database
  • Ti verrà richiesta la password dell'amministratore del database
  • Ti verrà quindi chiesto di confermare la password appena scelta per l'applicazione phpMyAdmin

Il processo di installazione aggiunge effettivamente il file di configurazione di phpMyAdmin Apache nella directory /etc/apache2/conf-enabled/, dove viene letto automaticamente.

Successivamente, dovrai riavviare il server Apache perché riconosca le modifiche. Da terminale digitate:

// HTML CODE
 0  sudo service apache2 restart 

Fatto questo puoi accedere all'interfaccia web visitando il nome di dominio o l'indirizzo IP pubblico del tuo server seguito da /phpmyadmin:

http://domain_name_or_IP/phpmyadmin

o se sei in locale:

http://localhost/phpmyadmin

Ciò dovrebbe farvi apparire la finestra di login.

Se hai necessità di ulteriori chiarmenti, leggi l'articolo qui sotto in inglese:

Installare phpmyadmin su Ubuntu 14.04

 

Alcuni suggerimenti e soluzioni

errore 404 "Not found"

Se dopo l'installazione di phpMyAdmin, testandone il funzionamento non dovesse comparire nulla, o un errore 404 "Not found", applicate la soluzione che da questo post:

Soluzione a PhpMyAdmin Not Found

 

Impossibile accedere a phpMyAdmin dopo l'installazione.

Installato e decisa la password di accesso durante la configurazione, una volta nel browser e digitato localhost/phpmyadmin, non vengono accettate le credenziali.

L'utente phpmyadmin

Niente panico, provate ad usare come username "phpmyadmin" insieme alla password da voi impostata.

Se ancora non riuscite ad accedere, digitate da terminale:

// HTML CODE
 0  sudo gedit /etc/phpmyadmin/config-db.php 

All'interno del file dovreste trovare tutte le risposte che state cercando!

Può essere tuttavia che anche questo suggerimento non faccia al caso vostro. Infatti, l'utente phpmyadmin sembra non avere nessun privilegio.

Reimpostare la password dell'utente root

Il problema sembra nascere dal fatto che nella versione di mysql 8.0 che normalmente si installa su Ubuntu 20.04  "Focal Fossa" la password di default dell'utente root non sia semplicemente impostata. Questo sembra non piacere particolarmente all'applicativo phpMyAdmin che non accetta l'assenza di password.

Se provate da linea di comando a digitare il comando

// HTML CODE
 0  mysql -u root -p 

omettendo la password, vi renderete conto immediatamente che vi verrà restituito un errore impedendovi di procedere nel tentativo di reimpostare la password così come spiegato dagli innumerevoli tutorial al riguardo.

Cosa fare dunque? Date il comando:

// HTML CODE
 0  sudo mysql 

A questo punto, il server mysql sarà in ascolto e pronto ad eseguire i vostri successivi comandi. Per reimpostare la password dell'utente root digitate infine il seguente comando:

// HTML CODE
 0  ALTER USER 'root'@'localhost' IDENTIFIED WITH caching_sha2_password BY 'lavostrapassword'; 

dopo averlo eseguito, date il comando:

// HTML CODE
 0  exit; 

Riavviate il server apache, e successivamente, provate di nuovo a loggarvi in phpMyAdmin con l'utente root e la nuova password precedentemente impostata.

Sperando che questa guida vi sia utile, vi auguro un buon lavoro!!!


 

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click:

Aggiungi commento

I commenti lasciati dagli utenti del blog sono sempre soggetti a controllo prima di eventuale pubblicazione. I commenti non considerati adatti per contenuti, spam o forma saranno eliminati e non pubblicati. Leggi i Termini e Condizioni di utilizzo per maggiori informazioni.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Ti invitiamo a prendere visione della nostra Informativa sulla Privacy (aggiornata il 25/05/2020). Oppure visiona la nostra Cookie Policy (aggiornata il 17/10/2019):