Ubuntu 20.04 - Permesso negato cartella condivisa VirtualBox

google-plus Scritto da . Postato in Ubuntu - Linux

avatar cartelle virtualbox su ubuntuUso abitualmente VirtualBox installata su di un PC con sistema operativo Windows 10 per poter avere un sistema Ubuntu fruibile anche al lavoro. Lo trovo estremamente pratico soprattutto quando devo gestire pagine PHP e applicativi web based al contrario di Windows con il server web IIS Express e la sua logica che spesso mi ha fatto perdere un sacco di tempo in configurazioni e rattoppi.

Il sistema operativo installato sulla mia macchina virtuale è Ubuntu 20.04.

Per poterne sfruttare le potenzialità e poter interscambiare file tra i due sistemi operativi, senza necessità di passare per sistemi Cloud o simili, ho abilitato le cartelle condivise di VirtualBox e condiviso la cartella Documents di Windows in lettura/scrittura in entrambe le direzioni.

Tuttavia come in molti casi simili, il far comunicare due sistemi operativi radicalmente diversi non è così semplice come 'bere un bicchier d'acqua' e ci vuole un po' di sforzo. Anche in questo caso, potete incorrere in errori, così come è successo a me. Infatti, una volta inizializzata la macchina ed avviata dopo l'ultimo aggiornamento disponibile (VirtualBox 6.1.18), sono entrato nell'applicativo Files per poter aprire la cartella condivisa e testarne il corretto funzionamento.

virtualbox cartelle condivise

Ma invece che visualizzarne il contenuto, ho ricevuto il messaggio di errore: "Errore nell'aprire la directory /media/sf_Downloads: Permesso negato".

E' chiaro che manca qualche passaggio e che non basta l'avere abilitato la funzionalità apposita della macchina virtuale... Ma da dove iniziare?

L'errore da un indizio di cosa ne sia la causa: "Permesso negato". Evidentemente, l'utente linux non ha i permessi necessari ad aprire la risorsa e nel tentativo di farlo ottiene risposta negativa.

Come risolvere dunque il problema?

Verificare/installare le Guest Additions

Verificate dapprima di avere in stallato le Guest Additions (VM VirtualBox Extension Pack) sulla vostra macchina virtuale o che esse siano aggiornate e in linea con la versione di VirtualBox da voi installata. Se così non fosse, scaricate il pacchetto corrispondente dal sito dello sviluppatore e provvedete a farlo.

Una volta installate e riavviata la macchina, testate nuovamente il funzionamento della cartella condivisa... se riuscite a vederne il contenuto avete risolto il problema, altrimenti, proseguite nella lettura:

Aggiungere l'utente al gruppo vboxsf

Aprite il terminale (CTRL+ALT+T) e digitate il comando

groups $USER

dove la variabile $USER rappresenta il vostro nome utente, cioè quello con il quale siete loggati. Questo comando elenca tutti i gruppi di cui l'utente fa parte: vedete nell'elenco vboxsf?

Se la risposta è no, allora dobbiamo aggiungere il nostro utente al gruppo vboxsf. Come? Digitate il seguente comando nel terminale:

sudo adduser $USER vboxsf

ubuntu add vboxsf group to a user

Eseguito il comando, riavviate la VM guest e una volta dentro il sistema operativo, tentate di aprire nuovamente la cartella condivisa. Ora dovreste poterne vedere il contenuto.

Gestore dei File

VirtualBox permette comunque di usare un Gestore file interno all'applicativo che vi consentirà di spostare agevolmente i file dalla macchina virtuale alle cartelle del sistema ospite. Per utilizzarlo non è necessario installare nulla: a macchina avviata, cliccate sul menu Macchina > Gestore file...

Constaterete che al momento dell'apertura della finestra corrispondente non vedrete nessun contenuto dalla parte che corrisponde al sistema guest. Per poterne vedere i file e operarvi, dovete effettuare il login nella parte inferiore della finestra inserendo nome utente e password e successivamente cliccando sul pulsante Crea sessione.

Una volta effettuato l'accesso potrete gestire i file in entrambe le direzioni scambiando dati da entrambi i sistemi operativi.

virtualbox gestore file


 

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click:
Aggiungi commento
I commenti lasciati dagli utenti del blog sono sempre soggetti a controllo prima di eventuale pubblicazione. I commenti non considerati adatti per contenuti, spam o forma saranno eliminati e non pubblicati. Leggi i Termini e Condizioni di utilizzo per maggiori informazioni.

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Ti invitiamo a prendere visione della nostra Informativa sulla Privacy (aggiornata il 10/06/2021). Oppure visiona la nostra Cookie Policy (aggiornata il 17/10/2019):