La carta dei diritti di Internet ci proteggerà?

google-plus Scritto da . Postato in Notizie

Nel 2005, un gruppo di italiani, ipotizzarono e proposero al mondo una sorta di carta dei diritti di Internet, per proteggere la persona, ma anche il suo accesso alla rete regolamentandone comportamento e proteggendone il diritto stesso di essere presente virtualmente ne mondo virtuale e proteggendola da stalkink cyber bullismo e quant'altro.

Quell'occasione o riunione svoltasi a Tunisi, era il World Summit on Information Society.

Oggi, presa in considerazione dall'ONU e poi successivamente da diverse nazioni, a quella carta dei diritti, il cui testo originale lo potete leggere a questo indirizzo, è stata oggetto del tentativo di creare una versione sulla base delle specifiche nazionali in più di 80 paesi.

Sta succedendo anche nel nostro paese. Oggi, è stata presentata alla camera la versione definitiva.

 

Per approfondire leggi l'articolo:

Privacy, accesso e diritti della persona. E' la carta dei diritti di Internet

Ma è davvero oggi, 28 luglio 2015, l'inizio di una nuova era protetta su internet in grado di darci più sicurezza e protezione in un mondo virtuale dove è dimostrato che la privacy è solo relativa?

Potrebbe interessarti questo articolo:

Prigionieri di un rete bucata?

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click:

Aggiungi commento

I commenti lasciati dagli utenti del blog sono sempre soggetti a controllo prima di eventuale pubblicazione. I commenti non considerati adatti per contenuti, spam o forma saranno eliminati e non pubblicati. Leggi i Termini e Condizioni di utilizzo per maggiori informazioni.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Ti invitiamo a prendere visione della nostra Informativa sulla Privacy (aggiornata il 25/05/2020). Oppure visiona la nostra Cookie Policy (aggiornata il 17/10/2019):