Fiat idea 1.3 multijet 90cv - Problemi di accensione

google-plus Scritto da . Postato in Varie

Possiedo da un anno una Fiat idea 1.3 multijet 90 cavalli del 2006 che ho comprato in occasione dal mio meccanico di fiducia. Premetto che ero scettico sulla qualità dei mezzi Fiat e sul funzionamento del motore Multijet così tanto pubblicizzato e montato praticamente ovunque.
L'esperienza personale, é iniziata in maniera molto positiva. Il motore benché piccolo spinto da 90 cavalli grazie alla turbina a geometria variabile é sorprendente, uniti ai consumi ridotti anche in città rende l'auto una vera chicca, piccola ma capiente, ridotta in tutto ma versatile.
Leggendo i mille forum che ne parlano i problemi che affliggono le auto che montano il Fiat 1.3 multijet sono molteplici: l'elettronica (dalla centralina al body computer al quadro comandi, alle mille spie che si possono accendere anche solo per un problema di batteria) e qualche difetto conclamato come la catena di distribuzione non così durevole come dichiarato dalla casa madre. 

I primi problemi

Qualche mese fa infatti, il primo problema è sorto a causa di una mancata accensione a caldo. Dall'oggi al domani, la prima accensione avveniva al primo colpo, ma se mi fermavo un paio di volte successivamente tra una ripartenza e l'altra dovevo attendere anche 4 ore perché potesse accendersi di nuovo. I sintomi: Si accendeva il quadro, terminava il check in, poi girando la chiave il nulla, un suono sordo come un click e nessun altro segno di vita come se la batteria fosse morta.

Batteria in corto o motorino d'avviamento?

Il primo verdetto del meccanico è stato: batteria in corto. Ma me la aveva controllata poco tempo prima e per questo motivo la cosa non mi ha convinto. Così sono andato da un altro meccanico che dopo aver controllato la batteria con un tester, ha sentenziato fosse il motorino d'avviamento. Ma neanche questo mi ha convinto: insomma la macchina a freddo partiva al primo colpo. Se fosse stato il motorino non avrebbe dovuto darmi problemi di qualche genere magari faticando ad avviare il motore?
Dopo varie ricerche in internet, ho trovato un post di un altro possessore di una Fiat Idea 1.3 mjt 90cv che aveva avuto il mio stesso problema. Secondo lui la sostituzione dell'elettromagnete del motorino d'avviamento aveva risolto il suo problema in maniera definitiva.
Cedo dunque all'apparente evidenza e accetto la sostituzione seppure in mala voglia del motorino d'avviamento.

Sostituzione del motorino d'avviamento

La sera prima di andare a ritirare l'auto, il meccanico mi chiede in un messaggio WhatsApp 50 € in più perché si era sbagliato a darmi il prezzo del pezzo meccanico. Io non ci sto, gli dico che gli darò quanto pattuito. Questo è stato sicuramente un grave errore.
Avaria luci
Il giorno dopo, saldo il debito, monto in macchina, e vado verso casa. Dopo circa due km dall'officina mi rendo conto che i fari sono spenti e li accendo. In risposta, subito un bip dal cruscotto e l'accensione della spia con messaggio "avaria luci".
Mi fermo, controllo ed entrambe le lampadine, posizione e H7 di sinistra sono fulminate. Chiamo infuriato il meccanico che mi rassicura: può succedere, è tutto normale. Di malavoglia prelevo dal bagagliaio le lampadine nuove e le sostituisco. Problema risolto?
Avaria filtro gasolio
Il giorno seguente, avvio l'auto e sul cruscotto si accende la spia "avaria filtro gasolio, acqua nel radiatore". Scendendo, apro il cofano e mi accorgo che sotto la macchina c'é una perdita di gasolio che prima non c'era. "Fantastico dei perfetti incompenti" penso!... Chiamo nuovamente il meccanico che mi dice che se ne era accorto e che il filtro probabilmente era stato montato male al tagliando precedente e che la guarnizione era evidentemente logora. La domanda: ma quale meccanico accorgendosi di una perdita non avvisa il cliente e non risolve prima della consegna dell'auto? Ovviamente sostiene la sua totale estraneità alla perdita di gasolio.
Avaria ABS, avaria servosterzo
Il giorno dopo, mentre l'auto è in marcia, sul quadro comandi iniziano ad accendersi ogni tipo di spia "avaria ABS, avaria servosterzo, avaria filtro gasolio" e comincia a bloccarsi il volante. Parcheggio l'auto e chiamo di nuovo il meccanico spiegando l'accaduto. Non sapendo cosa dirmi mi dice di controllare la batteria, di nuovo. Scendo dall'autovettura, controllo i cavi, successivamente provo ad avviare l'auto, le luci si accendono ma la mia Fiat Idea non riparte più, definitivamente morta. I sintomi molto peggiori di quelli iniziali!
A questo punto il meccanico ipotizzando avarie elettroniche dovute alla perdita di gasolio mi chiede di fargliela portare dal carro attrezzi. Per fortuna sono previdente e la mia assicurazione include sempre il servizio assistenza stradale.
Perdo una marea di tempo aspettando il carro attrezzi, ma alla fine risolvo e l'auto viene portata dall'incompetente del meccanico che mi aveva montato il motorino d'avviamento.
Qualche giorno dopo mi chiama trionfante dicendo che era come lui pensava la batteria e che aveva risolto il problema della perdita sostituendo il filtro gasolio e che dovevo dargli per il tutto circa 90 €.
Anche se non felicissimo visto che il filtro lo avevo procurato io, non sono solito fare acquistare le batterie dei miei mezzi ai meccanici e tutti i disagi che mi aveva procurato per negligenza, gli do il dovuto e porto via la mia macchina dall'officina.

Alternatore

Dopo due ore di uso la macchina, parcheggio l'auto. Dopo circa un'ora e mezzo tornando sulla mia Fiat Idea, cerco invano di avviarla: è nello stesso stato di prima. Si accendono tutte le spie come in precedenza. Chiamo il meccanico e solo potete immaginare cosa sia uscito dalla mia bocca. Ora il suo verdetto è ovviamente cambiato e l'accusato è? ...L'alternatore! Costo altri 200+ euro. Mi chiede nuovamente di chiamare il carro attrezzi... Non ci posso credere! Oltre che incompetente non è neppure attrezzato! L'auto all'inizio aveva solo un problema di partenza a freddo e ora dovevo sostituire tutto il sistema di avviamento.
E' chiaro che mi prende in giro e io non ho intenzione di stare al suo gioco! Qualcosa non va e devo capire cosa. Mi toccherà mettere mano io al motore.
Chiamo un amico che per 50 € mi procura da un demolitore l'alternatore. Seminuovo mi costa un terzo che dal meccanico!
La sera del giorno dopo, mi aiuta a mettere la macchina sui cavalletti e a smontare plastiche e parti che impediscono l'intervento. Stacchiamo la batteria ed iniziamo lo smontaggio dell'alternatore.
Cavo positivo fuori sede
Ed ecco la sorpresa! Da sotto la macchina si vede chiaramente che il polo positivo dell'alternatore è stato volutamente lasciato penzolante. E' facile capire cosa sia successo. L'aver rifiutato di pagare il sovrapprezzo la sera prima del montaggio del motorino d'avviamento ha ispirato il giovane aiutante del meccanico che ha lasciato scollegato il cavo di segno + dell'alternatore che doveva essere collegato all'apposito alloggiamento? Non lo posso sapere con certezza... Ma sembra ovvio.
Facile che durante il movimento, questo abbia fatto contatto bruciando le lampadine di sinistra. Successivamente non alimentanta dall'alternatore, la batteria si è progressivamente esaurita creando tutti i problemi che sono sorti elettronicamente. Infatti, è risaputo che servosterzo, ABS e altri organi come i sensori funzionano solo se alimentati assorbendo ovviamente corrente per il loro corretto esercizio. Non alimentati davano errore e veniva visualizzato sul cruscotto come una possibile avaria.
Nonostante il problema non sia l'alternatore, oramai acquistato e di un aspetto decisamente migliore rispetto a quello montato sostituiamo anche questo per una spesa di altri 50 €.
Proviamo ad avviare la Idea con il booster che il mio amico ha portato con se. Giriamo per circa mezz'ora e spariscono tutti gli avvisi di avaria. Mi fermo, faccio gasolio, accendo l'auto che riparte senza indugi e senza ulteriori problemi o segnalazioni di errore.
Ma non è finita qui!

Catena di distribuzione

Purtroppo il mio oramai ex meccanico visto il problema del mancato avviamento a caldo, in un'occasione ha avuto la brillante idea di avviare l'auto trainandola con una ruspa. Come conseguenza, da allora, la mia Fiat Idea multijet che già dava qualche segno di usura alla catena di distribuzione, al ritorno dalle "sue cure" ora fa un rumore di ferraglia in partenza, sintomo del preludio di una probabile rottura se sottoposta a stress.
Ora dovrò mettere mano anche a questo prima del tempo grazie all'intervento maldestro (o malintenzionato?) di persone che millantano di saper fare il loro lavoro e poi causano estremi disagi a terzi.

Considerazioni

In definitiva, il motorino di avviamento poteva starci visto i km percorsi dall'auto, ma poteva essere anche un problema di alternatore. Il punto sta nel fare tentativi e usare un tester per assicurarsi del corretto funzionamento della batteria primo e poi nel rilevare l'organo difettoso senza andare a tentativi.
In casi come questi, si può acquistare ricambi recenti anche da un demolitore risparmiando talvolta anche il 70% sul prezzo dei nuovi o rigenerati rivenduti da un meccanico qualsiasi.
Se è possibile, meglio sempre mettere mano alla propria auto, in quanto noi come proprietari non la maltratteremo mai come più volte ho visto fare dai professionisti del mestiere.
Oggi su Youtube è possibile visionare interventi di vario genere filmati nel dettaglio che ci consentono di prepararci alla manutenzione della nostra auto senza andare a tentativi. Ovviamente vale la pena farsi seguire da un amico che ha già esperienza se possibile.
In caso contrario se affidate l'auto a un professionista, vale sempre la pena visionarne il lavoro o perlomeno, chiedere di farvi visionare anche sollevando l'auto sul ponte il risultato del suo intervento. Se possibile, chiedete di farvi vedere anche il pezzo difettoso che è stato sostituito. 
Imperativo è non fidarsi.
Spesso i meccanici devono 'correre' per fare più interventi nel minor tempo possibile per poter guadagnarsi da vivere. Questo spesso causa errori umani anche se il professionista è benitenzionato. 
Una riparazione mal fatta spesso conduce ad altre rotture e riparazioni costose quando magari con un po' di accortezza si poteva risparmiare tempo e denaro.
Per quanto riguarda l'accendersi delle spie di avaria filtro gasolio, acqua nel radiatore, servosterzo e ABS, nelle auto Fiat sembra che ciò sia molto spesso sintomo di una batteria che sta per cedere o dell'alternatore che sta tirando gli ultimi respiri. Servosterzo e ABS infatti, assorbono molta energia che vanno ovviamente a prelevare dall'accumulatore che deve essere per questo costantemente alimentato dall'alternatore. Se uno tra batteria e alternatore non funziona correttamente possono verificarsi i falsi allarmi e l'indurirsi del volante a causa del mancato funzionamento del servosterzo. Quindi dovesse capitarvi non allarmatevi subito: potrebbe essere necessaria una minima spesa per rimettere in sesto la vosta amata Fiat.
Il motorino d'avviamento che non si avvia a freddo o a caldo o da segni di vita a tratti può essere sinonimo di usura alle spazzole o dell'elettromagnete. Anche qui la spesa per un 1.3 multijet non è elevatissima. Potreste trovare qualcuno che vi risolve il problema per poco più di 200 euro.
Se dovesse essere la batteria da 60Ah, dopo opportuno test, il mio consiglio è di non fatevela acquistare dal meccanico. Potete risparmiare anche 40 € se la acquistate voi stessi via internet o anche al Brico. Al contrario di quello che dicono molti le batterie URSUS vendute al Brico e in alcuni negozi cinesi non sono così inaffidabili e scarse come dicono. Quelle da me acquistate sono durate anche più di 4 anni. Per sostituirla servono solo un paio di chiavi inglesi della giusta misura e 10 minuti del vostro prezziosissimo tempo.
 
Sperando di essere utile ad un altro possessore di auto motorizzata dal utilizzatissimo Fiat 1.3 mjt, vi auguro buona manutenzione!
 
 

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click!

Realizzato da: Daniele Gagliardi
Viale Monache 3 - 38062 Arco - TN
- Contattami -

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. La nostra Privacy Policy è cambiata (11/09/2019): Ti invitiamo a prenderne visione. Oppure visiona la nostra Cookie Policy: