Come registrare una Scrittura privata

google-plus Scritto da . Postato in Varie

Tags: fisco tasse agenzia delle entrate

agenzia delle entrateN.B.: Questo articolo non è un tutorial infallibile: fate sempre riferimento all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate di competenza per qualsiasi dubbio e/o chiarimento.

Siamo al secondo articolo riguardante la registrazione di un contratto presso l'Agenzia delle Entrate: questa volta trattasi di registrare una scrittura privata.

Cosa è una scrittura privata

Si tratta di un documento redatto e firmato dalle parti interessate, utilizzato per regolare determinati rapporti tra privati. Di per se, una scrittura privata è vincolante solo per chi la firma.

Una scrittura privata, ad esempio esempio può servire a registrare un accordo tra i soggetti coinvolti, magari successivo alla stipula di un Contratto preliminare di compravendita (o compromesso) per modificarne in parte e consensualmente i dettami.

Registrare una scrittura privata, non è obbligatorio, ma se si vuole che abbia valore nei confronti di terzi, oltre alle firme delle parti coinvolte, è indispensabile vi sia una data certa: cioè sia in qualche maniera reso certo il momento nel quale il documento è stato sottoscritto.

Ciò consentira di evitare il rischio che il documento venga messo in dubbio da terzi che magari affermino che il documento è stato redatto prima o dopo una certa data o avvenimento.

La data certa si può ottenere attraverso:

  • Un pubblico ufficiale (ad esempio un notaio) che autentica l'atto accertando l’identità dei soggetti che vi hanno preso parte e la data in cui è stato sottoscritto il documento.
  • PEC (posta elettronica certificata).
  • Raccomandata A/R.
  • Timbro postale.
  • Registrazione presso l'Agenzia delle Entrate con conseguente pagamento delle imposte.

Il metodo discusso in questo articolo, la registrazione all'Agenzia delle Entrate viene effettuata per far si che la scrittura privata possa avere valore al di fuori delle parti rendendone certa la data di stipula.

Cosa è necessario

Le regole per registrare una scrittura privata sono più o meno le medesime usate per la registrazione di un Contratto preliminare di compravendita:

Per poter registare una scrittura privata servono entrambe le copie in originale. Come nel precedente caso, questo è perché una delle due copie rimarrà in possesso del registrante e l'altra rimarrà come parte dell'atto di registrazione all'Agenzia delle Entrate.

Anche in questo caso, prima di recarsi all'ufficio dell'AdE per la registrazione, tenendo conto delle imposte dovute, dev'essere compilato correttamente il modello F23. Una volta compilato va regolarmente pagato presso lo sportello di qualsiasi banca (anche se non fosse la vostra), tramite inbank se la vostra banca ve lo consente, o tramite ufficio postale.

Il mio consiglio personale a chi non può recarsi in filiale o per qualche motivo non può servirsi dei servizi bancari, è di recarsi in un qualsiasi ufficio postale dove potrà pagare l'importo senza alcun sovrapprezzo.

Inoltre, come recita la pagina apposita dell'Agenzia delle Entrate: "Per richiedere la registrazione di tutte le tipologie di atti, esclusi quelli degli organi giurisdizionali, deve essere utilizzato il modello 69 (Richiesta di registrazione)". Si deve dunque compilare il modello 69, solo le prime due facciate con i dati delle parti coinvolte.

Calcolo delle imposte

L'imposta, è composta dall'imposta di registro per atti di compravendita (104T), dai bolli dovuti (456T).

Bolli elettronici (456T)

Calcolare l'importo dei bolli segue il medesimo schema visto già per i contratti di compravendita:

  • Ogni 4 facciate (di regola composte da massimo 25 righe, anche se di solito non vengono conteggiate) n°1 marca da bollo da 16,00 €
  • Ogni allegato (cartina, pianta etc.) n°1 marca da bollo da 2,00 €

Esempio pratico: Ho una scrittura privata di 3 facciate e una pianta come allegato: 16,00 € * 1 + 2,00 € * 1. Il risultato, 18,00 €, va moltiplicato per 2 in quanto si tiene condo delle due copie del contratto (36,00 €).

In generale, è prevista una marca da bollo da 1,00 € per ogni allegato in formato A4 e una marca da bollo da 2,00 € per quelli in formato A3. Se il vostro formato è A4, considerate che il funzionario potrebbe chiedervi 1 € in più per l'allegato. Questo vorrà dire andare ad acquistare una marca da bollo in più da € 1. Se volete andare sul sicuro, recatevi all'ufficio dell'AdE per chiedere specifiche prima della compilazione del modello F23 o dell'acquisto delle marche da bollo. 
Tenete conto che gli allegati si ritengono tali per facciata. Ad esempio se portate all'Agenzia delle Entrate un foglio A4 stampato su entrambe le facciate, i bolli vi verranno conteggiati per tutti e due i lati del foglio.
I bolli possono essere assolti in due maniere: acquistandolo/i presso qualsiasi tabacchino o lottomatica, oppure riportandolo sul modello F23 come codice imposta 456T (bolli virtuali).
RIcordo che se sbagliate l'importo dovrete recarvi in un tabacchino o lottomatica e acquistare la marca da bollo di necessaria ad integrare l'importo già versato attraverso F23.

Imposta di registro trasferimento fabbricati e relativi contratti preliminari (104T)

L'imposta è fissa e regolata ad oggi in 200,00 €.

Imposta di registro per atti, contratti verbali e denunce (109T)

Questo codice sostituirà il codice 104T solo se si tratta dello scioglimento di una scrittura privata. In tal caso lo stesso importo di 200,00 € saranno versati sotto il codice 109T.

Superati 20 giorni dalla data di stipula: le sanzioni

Anche se si tratta di una scrittura privata, le regole riguardanti le sanzioni si applicano nello stesso medesimo modo: dopo 20 giorni dalla firma, oltre alle normali imposte di registrazione saranno applicate le sanzioni in maniera proporzionale al periodo trascorso.

Dal 20° giorno, entro e non oltre 30 giorni dopo, le sanzioni saranno pari al 6% sull'imposta di registro per atti (109T) + l'imposta fissa trasferimento fabbricati (104T).
Ipotizzando ad esempio un'imposta così calcolata dalle due precedenti di 200,00 € otteniamo la sanzione del 6% di 12,00 €.
Tale sanzione sarà da aggiungere all'F23 con il codice 671T.

Se si va oltre ai 30 ma non oltre i 90 giorni, la sanzione sarà raddoppiata (12%) sulla somma delle imposte 104T e 109T. Ad esempio, 200 * 12% = 24,00 €.
Tale sanzione sarà da aggiungere all'F23 con il codice 671T.

La sanzione sull'imposta di bollo va aggiunta separatamente con il codice 675T. Entro i 30 giorni dopo il 20° giorno, sarà applicata una sanzione del 5% sull'imposta di bollo (456T). Esempio: 36,00 € (456T) * 5% = 1,80 €. 
Oltre ai 30 ma non oltre i 90 giorni, la sanzione salirà al 10% essendo raddoppiata. Ad esempio: 36,00 € (456T) * 10% = 3,60 €. 
Tale sanzione sarà da aggiungere all'F23 con il codice 675T.

Per quanto riguarda le sanzioni 675T da applicare all'imposta di bollo (456T), nell'ufficio qui competente mi è stato riferito che se le marche da bollo venissero applicate cartacee, ovvero acquistate in tabacchino non verrebbero applicate le sanzioni (verificate con il vostro ufficio competente). Pagate con l'F23, le sanzioni sono d'obbligo in quanto risulta dalla registrazione un ritardo nel pagamento del bollo rispetto alla data di stipula dell'atto. Da quanto riferito dal funzionario infatti la marca da bollo andrebbe pagata o acquistata il giorno di stipula del contratto e le sanzioni andrebbero comunque applicate dal giorno sucessivo in poi (cosa che non viene mai fatto, almeno per il momento). Questo si deve al fatto che al contrario dell'imposta sul registro, l'imposta di bollo è legata alla data di stipula dell'atto stesso.
Oltre i 30 giorni dalla scadenza del termine dei primi 20 giorni, è sempre consigliabile chiedere delucidazioni all'ufficio dell'Agenzia delle Entrate di competenza per poter determinare in maniera esatta le sanzioni da applicare al caso specifico.

Riepilogo

F23

  • 104T 200 € imposta fissa di registro.
  • 109T 200 € solo se si tratta di scioglimento di scrittura privata. Sostituisce il 104T
  • 456T Imposta di bollo:
    • 1 marca da bollo da € 16 ogni 4 facciate
    • 1 marca da bollo da € 1/foglio A4, € 2/foglio A3

Per visionare e comprendere i codici imposte, scaricate la Tabella codici tributo in PDF.

Qui il link per il programma online dell'Agenzia delle Entrate per compilare e stampare l'F23.

Per la compilazione del modello 69, rimando all'articolo precedentemente scritto:

Come registrare un Contratto preliminare di compravendita

All'interno dell'articolo, troverete il link per scaricare il modello 69 compilabile in formato PDF.

Se hai gradito l'articolo, condividilo, basta un click!

Realizzato da: Daniele Gagliardi
Viale Monache 3 - 38062 Arco - TN
- Contattami -

Per essere più facile ed intuitivo, il blog fa uso dei cookie, piccole porzioni di dati che consentono di capire come gli utenti navighino e ne visualizzino le pagine. I cookie non registrano alcuna informazione personale sull'utente ed eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. La nostra Privacy Policy è cambiata (11/09/2019): Ti invitiamo a prenderne visione. Oppure visiona la nostra Cookie Policy: